. . .

Educazione

Educazione

L’industrializzazione, l’espansione demografica e la crescente richiesta di terra per soddisfare le esigenze nutrizionali della popolazione mondiale stanno generando effetti devastanti sugli ambienti naturali del pianeta. L’effetto serra e l’antropizzazione inoltre, sono la causa di profondi cambiamenti sia agli ambienti naturali che alle popolazioni animali, le quali modificano i loro comportamenti alimentari, migratori e riproduttivi (Ditchkoff et al., 2006).

Anche il bracconaggio e l’introduzione di nuove specie animali in luoghi diversi da quelli originari provocano danni ingenti tanto alla flora quanto alla fauna locale; l’Australia resta il continente simbolo in quanto ad alterazione ambientale causata dall’uomo, il quale, introducendo specie alloctone come gatti (Felis catus), conigli (Oryctolagus cuniculatus) e volpi (Vulpes vulpes), ha causato l’estinzione di molte specie della fauna locale (Hobbs, 2001).

Lo scopo attuale degli zoo è quello di essere parte attiva nella conservazione della natura, cercando di attenuare, o addirittura eliminare, questi effetti, preservando dall’estinzione gli animali e i loro habitat; essi possono agire sull’educazione dei visitatori cercando di sensibilizzarli verso una sempre più attenta gestione delle risorse naturali e una riduzione dell’effetto inquinante dell’attuale stile di vita.

Ogni anno sono all’incirca seicento milioni i visitatori che frequentano i giardini zoologici e gli acquari del mondo (Dollinger, 2006); da questo dato si può facilmente capire quanto sia grande la porzione della popolazione mondiale su cui gli zoo potrebbero agire. Il tema della conservazione della natura spesso non cattura l’interesse della popolazione; convegni, documentari, libri, film, possono essere un buon mezzo di comunicazione ma non sempre riescono ad avere un impatto profondo sulle persone come quello che invece può generarsi dalla vista diretta di un animale. L’impatto che hanno zoo e acquari sui visitatori è stato studiato anche in Nord America dall’AZA (Association of Zoos & Aquariums) dimostrando che queste strutture hanno un ruolo fondamentale nel sensibilizzare il pubblico alla conservazione della natura, degli animali e degli ambienti in cui vivono (Falk et al., 2007). Questo è anche dovuto al fatto che all’interno dei giardini zoologici è possibile unire l’aspetto ricreativo di una visita con l’effettiva educazione e sono moltissimi gli argomenti della biologia che possono essere affrontati, dal comportamento alla riproduzione, dall’evoluzione all’ecologia, cercando ovviamente di adattarli in base alle esigenze del pubblico che è sempre molto diversificato per età, istruzione e cultura. Necessaria è la presenza di educatori e guardiani preparati che possano soddisfare tutte le esigenze dei visitatori al fine di raggiungere al meglio l’obbiettivo educativo (IUDGZ, 1993). Conquistare la fiducia dei visitatori riguardo l’importanza del ruolo dei giardini zoologici nella conservazione della natura è un’impresa davvero ardua ed è per questo che bisogna far conoscere i progetti di conservazione delle specie e dei loro habitat e le ricerche scientifiche in cui questi sono costantemente impegnati.

Talk didattico con il pubblico

Talk didattico con il pubblico

Attività didattica

Attività didattica

Talk didattico - a passeggio con i lemuri (Lemur catta) - Zoom Torino

Talk didattico - a passeggio con i lemuri (Lemur catta) - Zoom Torino

Talk didattico - a passeggio con i lemuri (Lemur catta) - Zoom Torino

Talk didattico - a passeggio con i lemuri (Lemur catta) - Zoom Torino

Talk didattico - gli ippopotami sott'acqua (Hippopotamus anphibius) - Zoom Torino

Talk didattico - gli ippopotami sott'acqua (Hippopotamus anphibius) - Zoom Torino

BIBLIOGRAFIA

Ditchkoff S.S., Saalfeld S.T., Gibson C.J. 2006. Animal behavior in urban ecosystems: Modifications due to human-induced stress. Urban Ecosystems, 9 (1): 5–12.

Dollinger P. 2006. Understanding Animals and Protecting Them. About the World Zoo and Aquarium Conservation Strategy; WAZA Executive Office, Stämpfli Publikationen AG, Bern, Switzerland.

Falk J.H., Reinhard E.M., Vernon C.L., Bronnenkant K., Deans N.L., Heimlich J.E. 2007. Why Zoos & Aquariums Matter: Assessing the Impact of a Visit. Association of Zoos & Aquariums, Silver Spring, Maryland.

Hobbs R.J. 2001. Synergisms among Habitat Fragmentation, Livestock Grazing, and Biotic Invasions in Southwestern Australia. Conservation Biology, 15 (6): 1522–1528.

IUDZG 1993. Executive Summary of the World Zoo Conservation Strategy. The Role of the Zoos and Aquaria of the World in Global Conservation. Chicago Zoological Society, Illinois, U.S.A.